Perché usare carta igienica riciclata nei propri bagni?

Il tema ecologico, o più ampiamente la tematica dell’eco-sostenibilità, è una voce che oggi sempre di più si fa sentire all’interno del dibattito pubblico. Sempre maggiormente cresce e si sviluppa quell’attenzione puntuale sugli elementi di maggior impatto ambientale. Le stesse politiche pubbliche, a più livelli, dal comunale al regionale fino ad arrivare al livello nazionale o sovranazionale, tengono sempre maggiormente in conto la tematica dell’eco-sostenibilità. La ricerca scientifica sempre più in modo ficcante affronta la problematica di come realizzare meccanismi virtuosi di riciclaggio e di riutilizzo di quegli elementi che non sono solo spazzatura o immondizia, ma che possono essere nuovamente rielaborati per la fornitura di materiale utilizzabile. L’elaborazione di reti e sistemi di riciclaggio deve essere a sua volta una macchina a basso impatto ambientale. Ed è proprio all’interno di questa ottica che un uso intelligente di materiale riciclabile può fare la differenza, come ad esempio una semplice carta igienica ritirata. Per questo motivo si parla di eco-sostenibilità, ovvero di quella concezione per cui si mette in rapporto l’efficienza nel raggiungimento dell’obiettivo con la salvaguardia dell’ambiente all’interno del quale l’attività in oggetto si va realizzando.

Scelte individuali

In questo ordine di idee, pertanto, ciò che può fare la differenza non è soltanto la direttiva pubblica, la legge o la disposizione amministrativa (vedesi banalmente l’obbligo di adottare metodi di smaltimento dei rifiuti in maniera differenziata); ma è il singolo individuo che con le sue scelte può dare una mano all’intero processo di salvaguardia del nostro ecosistema. Una scelta apparentemente irrilevante come quella di acquistare un prodotto riconvertito come la carta igienica riciclata ha, al contrario, un impatto notevole sull’ambiente. Per avere un’idea di grandezza basti pensare alle cifre riportate da uno studio del WWF secondo il quale il quantitativo di legname utilizzato per la produzione di carta complessivamente ha un peso come 270 mila alberi ogni singolo giorno. Oltre al fenomeno della deforestazione vanno aggiunte anche tutte le sostanze chimiche che vengo utilizzate per il trattamento e lo sbiancamento della carta, sostanze che successivamente hanno un impatto di smaltimento notevole sopratutto dal momento che i processi di smaltimento degli agenti chimici hanno un elevato costo di gestione e non sempre vengono effettuati tenendo in conto l’elemento dell’eco-sostenibilità. Infine un ultimo dato: circa il 10% della carta utilizzata quotidianamente a livello globale proviene dal bagno di casa o dell’ufficio. Un impatto notevole.

Usare carta riciclata

Alla luce di quanto detto finora non sembra irragionevole pensare che con l’utilizzo di carta igienica riciclata si vada ad abbattere in buona parte lo spreco e l’impatto ambientale che produrla avrebbe sul nostro ecosistema. Fare la scelta di rendere il bagno dell’ufficio un bagno di tipo eco-sostenibile è moralmente ed ecologicamente premiante. D’altra parte poi a livello di differenze di prodotto tra una carta igienica riciclata ed una prodotta ex novo ad oggi possiamo dire che si limitano solamente ad un fattore estetico. Sia come resistenza sia come morbidezza un rotolo di carta igienica riciclato non differisce da un rotolo comune. Il vero elemento che li differenzia, oltre a tutto quello che sta dietro alla sua produzione ovviamente, è l’elemento cromatico: la carta igienica riciclata, proprio perché riciclata, ha una colorazione marroncina e leggermente paglierina sui bordi a causa dell’assenza di sostanze sbiancanti e della pasta di legno presente nei materiali di riciclo che la compongono.

La storia degli asciugamani comincia secoli fa nella città turca di Bursa, ancora rinomata al giorno d’oggi per la sua produzione di asciugamani e di teli per il mare. Durante l’eoca ottomana, la città di Bursa ha conosciuto una fiorente industria tessile, che garantiva stoffe pregiate per i palazzi reali, con le quali venivano realizzati tende, cuscini e i primi asciugamani er il bagno, lontani parenti dei moderni teli per il mare. Col passare dei secoli, gli asciugamani più grandi vennero poi utilizzati sulle spiagge e nelle piscine, fino a giungere ai nostri famosi e moderni teli per il mare personalizzati con il marchio. La storia che ha portato l’asciugamano ad evolversi e a divenire un telo per il mare è la storia della balneazione.

Breve storia della balneazione

La consuetudine di andare al mare in vacanza e di sostare sulle spiagge per godere del sole e del mare è un fenomeno piuttosto recente. Un tempo era impensabile, per una serie di fattori sociali complessi, ma dopo la rivoluzione Industriale, dalle seconda metà dell’Ottocento, le classi agiate e l’aristocrazia presero l’abitudine di effettuare delle gite presso le spiagge, e indossando particolari abbigliamenti, di praticare la balneazione. Le classi agiate consolidarono quest’abitudine a inizio Novecento, inaugurando i primissimi stabilimenti balneari e villaggi turistici,mentre la classe media e la classe operaia dovettero attendere gli anni Sessanta del Novecento, per cominciare ad adottare questa usanza. Ovviamente allora l’abbigliamento da bagno era ben diverso, e non esistevano i teli per il mare personalizzati con il marchio, che sono spuntati prepotentemente a partire dagli anni Ottanta, per diventare comuni al giorno d’oggi come forma di pubblicità indiretta e trendy.

L’importanza del telo mare giusto

Fare il bagno al mare è sicuramente divertente, ma lo è molto meno quando non portiamo con noi il nostro asciugamano. Asciugare al vento e al sole è possibile, ma sarebbe necessario farlo in piedi, per evitare la sabbia che si attacca su tutto il corpo, causando attrito, e insieme alla salsedine, irritazioni e arrossamenti. Per evitare questi fastidi e trasformare l’esperienza balenare in un qualcosa di piacevole e divertente, l’asciugamano da bagno si è evoluto in telo da mare. Un telo da mare può avere molte forme e molti design: esistono infatti numerosi teli per il mare personalizzati con il marchio. Qualunque sia il design, l’aspetto importante è la qualità. Il telo da mare giusto è un telo da mare resistente, robusto, soffice e sempre performante. Nonostante i lavaggi deve mantenere sempre intatte le sue caratteristiche di morbidezza, brillantezza del colore e assorbenza. Un buon telo mare può assicurarsi una durata di circa quattro anni, senza perdere mai la sua morbidezza.

Un asciugamano da bagno personalizzato è un’ottima soluzione per portare con sè un oggetto in tessuto per asciugarsi che sia nostro e di nessun altro, infatti grazie alla personalizzazione di tale oggetto, possiamo avere sul tessuto dello stesso una sigla, la nostra iniziale , oppure un ‘immagine che ci piace di più e ci rappresenta in qualche modo.
Ecco che allora possiamo avere il nostro asciugamano da bagno personalizzato perfetto per noi.

In alternativa all’asciugamano da bagno ci sono anche i teli mare che possono venire personalizzati e non solo ma anche accappatoi e tutti gli altri articoli in tessuto che usiamo ogni giorno come maglie e magliette, capellini, oggetti per la cucina ecc.
Un asciugamano per il mare o un telo mare sono la stessa cosa, ci permettono di avere un ottimo prodotto tessile in spugna da usare per la spiaggia ma non solo, anche in bagno o anche in piscina o palestra.
Infatti per asciugarsi e da portare sempre con sè un telo è perfetto.
Con la personalizzazione è ancora meglio.
Questi asciugamani personalizzati sono ideali anche come gadgtet aziendale che si possono regalare ai clienti e potenziali clienti in occasione di una inaugurazione o per le festività.

Inoltre un asciugamano da bagno personalizzato potrebbe anche essere un bel regalo da fare a un amico o un parente in occasione di una festa, un anniversario o un compleanno per fare un dono particolare e apprezzato di certo da chi lo riceve.

Un asciugamano personalizzato per andare al mare o anche in piscina è quindi un oggetto molto utile anche per non confonderlo con quelli di altre persone e trovarlo subito alla prima occhiata.

pensile da bagno antonio lupiQuando gli specchi da bagno diventano dei mobili per ospitare tutto il necessario per la cura del corpo, si trasformano in oggetti capaci di esprimere luminosità e versatilità, come nel caso del pensile Reflesso di Antonio Lupi, che può essere posizionato tanto in verticale quanto in orizzontale.

Contraddistinto da una profondità pari a 14 centimetri, questo pensile – specchiera consente di raccogliere al suo interno tutto il necessario per prendersi cura di sé stessi in bagno, offrendo inoltre due differenti dimensioni per quanto riguarda l’altezza, vale a dire, 37.5 o 50 centimetri.

Da notare, infine, anche l’ottima flessibilità concessa per quanto riguarda le dimensioni della lunghezza: il pensile Reflesso è disponibile in lunghezze da 27 a 225 centimetri, adattandosi ad ogni bagno.

by Melody Laurino

ideagroup per il salone del mobile 2014

Ideagroup sarà presente anche nell’edizione 2014 del Salone Internazionale del Mobile di Milano, che si terrà dall’8 al 13 aprile alla Fiera di Milano, nei panni di protagonista con uno stand di 400 metri quadri.

All’evento più importante a livello internazionale nel settore dell’arredamento Ideagroup arriva con un’esposizione in cui i visitatori saranno invitati in un cammino tra emozioni e design attraverso la storia italiana dagli anni Cinquanta ai giorni nostri.

Verranno assorbiti in un vortice di sensazioni tra la qualità, lo stile e la creatività: elementi distintivi del Made in Italy e fattori essenziali della filosofia Ideagroup. Il percorso fieristico poggerà sui capisaldi del marchio come Cubik, Nyù, Smyle e My Seventy Plus e con la presentazione delle nuove collezioni Like di Disenia per il box doccia e My Time di Idea per l’arredo bagno.

Un vero itinerario dalle origini del gruppo che, con gli elementi fondamentali della filosofia Ideagroup (design raffinato, elevata capacità artigianale e materiali di pregio), arriva fino ai giorni nostri con uno sguardo rivolto al futuro.

Lo stand è visitabile al Salone Internazionale del Mobile di Milano, Padiglione 22, Stand A41 B32.

GUARDA LE COLLEZIONI IDEAGROUP

mobili bagno velisUn bagno dalle tinte forti, magari anche scure, deve essere valorizzato al meglio dalla presenza di elementi di arredo moderni ed eleganti, come una doccia idromassaggio, capaci di creare un’alternanza perfetta tra luci ed ombre, facilitando al meglio la gestione degli spazi.

La linea di mobili da bagno Velis, completa di vasche per disabili, da questo punto di vista si pone come un punto di riferimento per chi ama le linee allungate, meglio ancora se impreziosite da colori lucidi e luminosi e, ancora, se sufficientemente equilibrate in rapporto alla rubinetteria.

Con Velis, infatti, i rubinetti vengono staccati dal lavandino, per creare un miglior effetto estetico pulito e, ancora, il mobile stesso non appoggia per terra, conferendo al bagno un aspetto elegante e lindo.

by Melody Laurino

accessori bagno per bambiniPrende il nome di Birdo il nuovo accessorio da bagno realizzato dal marchio italiano Ponte Giulio per arredare il bagno e pensare anche ai bambini. Si tratta di un appendiabito allegro e colorato, realizzato utilizzando diversi strati di materiale con uno spessore da 10 mm e finitura di colore celeste.

Collocando alla giusta altezza l’appendiabito Birdo di Ponte Giulio potrete far sentire il vostro bambino un vero e proprio “adulto” in miniatura ed educarlo già sin da età infantile all’ordine nelle stanze condivise da più persone.

Questa è solo una tra le diverse proposte messe a disposizione dal marchio Ponte Giulio, che potrete portare a casa e montare da soli in men che non si dica. Non vi resta che trovare il vostro rivenditore di accessori da bagno Ponte Giulio!

by Melody Laurino

L’area da bagno deve essere equipaggiata con i giusti elementi, specie se si desidera avere un bagno moderno, con un bel box doccia.

Se siete degli estimatori del classico bagno moderno, dotato di tutti i confort del caso, non potrete sicuramente fare a meno di avere una cabina doccia degna di nota. A tal proposito, dunque, sarà utile avere un soffione ad hoc, utile per lavarsi con piacere e comunque dare un tocco di eleganza in più alla stessa sala.

La doccia ed il soffione dovrà integrarsi alla perfezione al motivo scelto per il bagno moderno, in maniera tale da poter creare un piccolo spazio benessere casalingo bello da vedersi e piacevole da utilizzare.

Sono veramente tanti i marchi che propongono ai giorni nostri vaste selezioni di soffioni, dotati anche di ulteriori confort come ad esempio l’illuminazione integrata o la funzione di cromoterapia.  Non vi resta che selezionare quello che fa di più al vostro caso e scegliere il giusto arredamento da bagno!

Teuco è indubbiamente una delle aziende leader, a livello mondiale, per la qualità degli elementi d’arredo per il bagno, con le vasche da bagno idromassaggio che sono diventate delle vere e proprie icone a livello mondiale, grazie alla loro grande versatilità e ai materiali di livello superiore. Così, accade che quando Teuco lancia una nuova collezione di arredi per il bagno, come nel caso di InsedeOut, non fa fatica a conquistare tutti coloro i quali siano alla ricerca di un prodotto di elevata qualità.

Progettata da Carlo Colombo, la linea di arredo bagno InsedeOut by Teuco, si contraddistingue per la sua struttura di tipo componibile, attraverso la quale è possibile combinare contenitori e mobili che appoggiano a terra o sospesi, tra cassetti, cassetti estraibili, mensole e specchi. Grazie alla sua linea razionale e pulita, InsedeOut è il top per tutti quei bagni dove è necessario associare funzionalità e estetismo, costruendo una struttura architettonica capace di regalare ad ogni bagno il giusto equilibrio tra eleganza e linearità, anche grazie ad una ricca gamma di colori.

by Melody Laurino

Si è dunque concluso, nel migliore dei modi (e cioè con una notevolissima affluenza di pubblico – ndr), uno degli eventi più attesi del settore dell’arredamento, il Cersaie, acronimo che sta ad indicare Salone internazionale della ceramica per l’edilizia e l’arredobagno.

Non si è fatta pregare anche la rappresentanza tutta tricolore del Made in Italy.
A spiccare tra le creazioni nostrane, la già decantata linea Oblique presentata e creata dal brand Valli Arredobagno.

La collezione, basa le proprie fondamenta su due concetti che, inseriti all’interno di una concezione moderna di arredamento, sono a dir poco indispensabili: versatilità ed essenzialità.
Tutti gli elementi di Oblique sono pensati per la stanza da bagno, ma sono anche sufficientemente adattabili ad altre situazioni e altri ambienti della casa.

In risalto nella collezione Oblique by Valli Arredobagno, la lampada che funge da appendi-abiti, coniugando così la funzionalità all’estetica più pura e minimale.