Per il bagno si utilizzano molti capi di biancheria tra cui il classico asciugamano in spugna per il bagno, assorbente e comodo da trasportare e molto morbido.
questo asciugamano è in spugna, di solito, ma anche in cotone a nido d’ape, in lino o in microfibra.
Il bagno oggi viene considerato come una vera stanza e quindi ha un valore più alto e anche una utilità maggiore, e anche la biancheria da bagno deve esserne all’altezza.

Un bell’asciugamano in spugna per il bagno deve quindi anche avere delle caratteristiche particolari adatte per stare in un bagno sia estetiche che di utilità.
Dal punto di vista pratico, un buon asciugamano deve essere molto assorbente e deve potere dare quel comfort e asciugatura ottimale dopo un bagno o dopo che ci si lava il mattino, e se poi si asciuga anche facilmente come gli asciugamani in microfibra tanto meglio.
Dal punto di vista estetico un bell’asciugamano può avere un colore adatto che sia in tinta con il colore delle piastrelle e dei mobili, o che sia anche a contrasto con questi arredi e piastrelle per creare un ambiente più consono e armonioso.

Oltre a questo un Asciugamano in spugna per il bagno offre varie tonalità e fantasie, a colori di due toni, a motivi geometrici, con pois, con immagini stampate, a fiori, o monocromatico con rilievi ricamati, ecc.
Ognuno può scegliere gli asciugamani che corrispondono al proprio gusto personale e allo stile degli arredi del bagno, ad esempio retrò o moderno, minimal o etnico, e a ogni stile corrisponde anche uno stile di asciugamano, dal colore adeguato.
Questi asciugamani si vendono sia nei negozi di tessili specializzati come anche in appositi siti online dove trovare una ampia e vastissima scelta di tali prodotti e altri complementi di arredo per la casa.

Pulire il bagno si deve fare ma spesso è un compito che non piace a nessuno . Ci sono tanti utili consigli e suggerimenti da imparare e ci sono anche un paio di soluzioni alternative per eseguire un’ottima pulizia e senza utilizzare dei prodotti chimici.
Ma prima di arrivare alla parte rilassante, abbiamo bisogno di fare tutto il lavoro. Se siete pronti per fare le pulizie di primavera per conto proprio e non chiamare imprese di pulizie locali , avrete bisogno di un po ‘di orientamento. Così, abbiamo preparato una dettagliata lista per pulizia bagno di controllo. Con questa, sarete in grado di affrontare tutto il lavoro di pulizia in modo efficiente e non perdere un angolo. Oltre alla lista di pulizia bagno, avete bisogno di questi prodotti per la pulizia:

Un buon paio di guanti di gomma
panni di pulizia
Una spugna con una parte dura, abrasiva
Spazzolone
Scopa e uno straccio
Un sacco della spazzatura
Un secchio
detergenti e disinfettanti
Se si preferisce, è possibile utilizzare prodotti per la pulizia, senza tossine e fatti in casa, ma essere sicuri che funzionino. L’obiettivo è di avere il bagno pulito, non fare esperimenti con detergenti fai da te. Stampare l’elenco di pulizia bagno, raccogliere tutte le forniture e mettersi al lavoro!!

Se è vero che dedicarsi alle pulizie costa fatica e spavento, è pur vero che  in una casa pulita ci si sta meglio e un wc lindo sembra un trono.
Allora perché non dedicare particolare attenzione al bagno, ambiente dell’igiene e del benessere della persona, nonché della sua cura?
Organizzazione e prodotti adeguati alla pulizia del bagno, consentiranno di prevenire disastri e avere una bagno limpido e splendente, dove poi dedicare del tempo per il relax e la cura della nostra persona.

Prodotti specifici per la pulizia e l’igiene del bagno, ce ne sono in commercio tantissimi, non tutti  a buon mercato e non tutti efficacissimi, ma cercando bene nel ripostiglio e nei nostri scaffali molti sono facilmente reperibili e probabilmente ecologici; come ad esempio aceto bianco e bicarbonato. Da tenere comunque bene a mente che, pulizia e igiene non sempre sono la stessa cosa!
Ma organizzazione è la parola d’ordine, prima ancora di cominciare. Ingegnarsi per trovare prodotti e soluzioni semplici, efficaci, economiche ed ecologiche. Anzitutto avere tutto l’occorrente a portata di mano: spugne, stracci , spazzolini, detergenti e quant’altro pronti all’uso . Quindi predisporre l’ambiente alla pulizia, ossia mettere da parte e al loro posto tutti gli oggetti che non dovrebbero essere in bagno o che in bagno non sono al loro posto!
Iniziare versando nel gabinetto prodotti a base di candeggina o disinfettanti, così come, se si decide di usare detergenti specifici per il wc; in questo modo avranno il tempo di agire mentre ci si opccupa della pulizia del resto dell’ambiente bagno e dare risultati impeccabili.
Procedere poi spolverando,  ovviamente dall’alto verso il basso, pavimenti compresi,  prima di procedere con il lavaggio delle superfici.
Oltre alla candeggina , decisamente aggressiva, poco ecologica;  ma molto utile se si vuole ottenere un bel bianco sulle superfici; su piastrelle, pavimenti, sanitari, rivestimenti e mobili da bagno è possibile usare un prodotto ecologico, realizzato in casa, con un cucchiaio abbondante di bicarbonato di sodio disciolto in una soluzione (1Lt) di acqua e aceto bianco (in una proporzione paria a 25/75). Tale soluzione può essere usata con uno spruzzino direttamente sulle superfici, oppure per la pulizia dei pavimenti o umidificando e bagnando panni e spugne.
Per spolverare si possono utilizzare panni morbidi inumiditi sempre con tale soluzione mentre per la pulizia dei sanitari utilizzare spugne , non abrasive, imbevute di tale soluzione.
Per macchie ostinate, aloni o incrostazioni di calcare procedere imbevendo dei panni magari di cotone, con aceto bianco  e quindi realizzare un “”impacco”” lasciato in posa almeno 10-15 minuti.
Da evitare l’uso di panni carta che seppur hanno il vantaggio di essere usa e getta sicuramente il loro uso non è ne economico, tanto meno ecologico; gli alberi ce ne saranno grati .
Molto comodi i prodotti per la pulizia in formulazione spray da distribuire con spugne e panni adatti alle superfici;   anzitutto perché dirigendo correttamente il getto e calibrando lo spruzzo se ne utilizza una quantità ridotta e poi perché sicuramente meno aggressivi di altri , magari granulosi e quindi abrasivi.

In qualsiasi modo si decida procedere e qualsiasi siano i prodotti da impegnare per far brillare il bagno, vanno sempre lette attentamente le etichette; di tutti i prodotti, per scegliere quelli giusti che non danneggiano le superfici , e il più possibile ecologici . Dunque gli stessi prodotti vanno testati su una piccola zona nascosta dei sanitari o delle piastrelle per verificarne l’efficacia e soprattutto evitare danni alle superfici.

Un asciugamano da bagno personalizzato è un’ottima soluzione per portare con sè un oggetto in tessuto per asciugarsi che sia nostro e di nessun altro, infatti grazie alla personalizzazione di tale oggetto, possiamo avere sul tessuto dello stesso una sigla, la nostra iniziale , oppure un ‘immagine che ci piace di più e ci rappresenta in qualche modo.
Ecco che allora possiamo avere il nostro asciugamano da bagno personalizzato perfetto per noi.

In alternativa all’asciugamano da bagno ci sono anche i teli mare che possono venire personalizzati e non solo ma anche accappatoi e tutti gli altri articoli in tessuto che usiamo ogni giorno come maglie e magliette, capellini, oggetti per la cucina ecc.
Un asciugamano per il mare o un telo mare sono la stessa cosa, ci permettono di avere un ottimo prodotto tessile in spugna da usare per la spiaggia ma non solo, anche in bagno o anche in piscina o palestra.
Infatti per asciugarsi e da portare sempre con sè un telo è perfetto.
Con la personalizzazione è ancora meglio.
Questi asciugamani personalizzati sono ideali anche come gadgtet aziendale che si possono regalare ai clienti e potenziali clienti in occasione di una inaugurazione o per le festività.

Inoltre un asciugamano da bagno personalizzato potrebbe anche essere un bel regalo da fare a un amico o un parente in occasione di una festa, un anniversario o un compleanno per fare un dono particolare e apprezzato di certo da chi lo riceve.

Un asciugamano personalizzato per andare al mare o anche in piscina è quindi un oggetto molto utile anche per non confonderlo con quelli di altre persone e trovarlo subito alla prima occhiata.

Il bagno è una stanza che necessita di una pulizia profonda frequente, mirata ad eliminare la presenza di sporco e cattivi odori al suo interno. Possedere un bagno ben igienizzato, profumato ed ordinato, anche se piccolo, è importante per potersi ritagliare un momento di puro relax e comfort durante la giornata.

Tra i tantissimi prodotti per la pulizia del bagno disponibili sul mercato ve ne sono alcuni in particolare che non possono proprio mancare all’interno di qualsiasi casa, ovvero:

1) Disinfettante
Per la pulizia del bagno il disinfettante è indispensabile per garantire l’igiene. Esistono disinfettanti appositi per la pulizia dei sanitari, tuttavia è possibile anche realizzarne uno naturale utilizzando aceto, bicarbonato di sodio e succo di limone.

2) Candeggina
Ha un utilizzo universale e multifunzione (deterge, disinfetta, smacchia),tanto da essere utilizzata per la pulizia di pavimenti e superfici vari. Da non confondere con l’ammoniaca, che non è adatta per disinfettare e risulta ottima per pulire vetri e specchi anche con l’utilizzo di piccolissime dosi (attenzione, perché non deve essere assolutamente mischiata con la candeggina). In alternativa alla candeggina si può utilizzare l’amuchina, soluzione diluita leggermente più delicata.

3) Detergenti neutri vari
Sono i migliori per la pulizia frequente, perché meno forti chimicamente rispetto a candeggina, anti calcare e disinfettanti vari. Ciò è evidente anche dall’odore, che risulta essere meno pungente e molto più soft e delicato. Nel caso in cui si volesse utilizzare qualcosa di più naturale, si potrebbe utilizzare acqua calda all’interno della quale versare sapone neutro, un cucchiaino di bicarbonato ed olio essenziale di limone. In questo modo si potrà pulire il bagno senza alcuna preoccupazione.

4) Anti calcare
Da utilizzate soprattutto per rubinetteria e doccia, consente di eliminare il calcare presente e prevenirne anche la formazione. Ovviamente la pulizia non dovrebbe essere eseguita tutti i giorni, ma circa una volta a settimana.
In alternativa si potrebbe utilizzare l’aceto bollente accompagnato dal bicarbonato.

5) Detergente lavavetri
Sarebbe preferibile acquistarlo per pulire gli specchi del bagno in modo veloce, essendo certi di ottenere risultati eccellenti.

6) Neutralizza odori
Per mantenere un odore gradevole all’interno del bagno è possibile utilizzare un neutralizza odori accompagnato da uno spray dalla profumazione delicata. In questo modo il bagno risulterà non solo pulito, ma anche fresco grazie alla nota profumata utilizzata.

Nel momento in cui si pulisce un bagno bisogna sempre considerare che si stanno utilizzando molti prodotti chimici che, a lungo andare, potrebbero rischiare di nuocere alla salute. Sarebbe quindi preferibile scegliere prodotti poco aggressivi o magari avere l’accortezza di utilizzarli solo quando strettamente necessario, assicurandosi di indossare sempre un paio di guanti mentre li si utilizza. Inoltre, in alternativa a quelli disponibili nei supermercati, si potrebbero prediligere quelli fai da te, meno nocivi rispetto a quelli tradizionali e anche molto più economici.

I bagni di casa, specie quelli più datati sono tra gli ambienti domestici più difficili da organizzare e rifinire. Spazi angusti e mal organizzati, scarsa luminosità e possibilità di arieggiare, sanitari o mobili troppo ingombranti, sono solo alcuni dei problemi che i proprietari di una casa si trovano a dover fronteggiare quando rinnovano o ristrutturano un bagno.
Insieme all’azienda Gioma srl che si occupa della vendita di serramenti in pvc a Udine vedremo alcuni consigli per scegliere le finestre per il proprio bagno.

finestre-bagnoDa un punto strettamente estetico attualmente in pvc è la scelta prediletta da molti, in quanto essendo un materiale plastico che è possibile plasmare in ogni colore e che riesce a simulare svariate finiture di legno, può adattarsi all’estetica ed all’arredamento di un po’ ogni tipo di bagno. Dopo aver selezionato la finitura o il colore del telaio, è importante selezionare il vetro abbinato, e considerato che ci troviamo in un bagno, l’ambiente che più di ogni altro deve garantire la privacy, la scelta non potrà che non ricadere su un vetro smerigliato o satinato.

Ed ora veniamo alle tipologie di apertura. La tipologia di apertura selezionata è strettamente connessa, nel caso del bagno alla dimensione della finestra stessa e dello spazio stesso che il bagno mette a disposizione. Se la finestra è molto piccola, come accade spesso in bagno molto datati allora si opterà per una semplice apertura a battente. Se la finestra è abbastanza grande ma lo spazio messo a disposizione dal bagno è esiguo allora via libera all’apertura a scorrimento. Se, infine la finestra è abbastanza grande e il bagno non ha dimensioni troppo ridotte, allora si potrà optare per un’apertura mista a battente e ribalta che consenta nei casi in cui abbiamo solo la necessità di arieggiare un po’ gli ambienti, di aprire la finestra in modalità vasistas. La possibilità di arieggiare senza la necessità di spalancare la finestra, risulta particolarmente utile per evitare la formazione di umidità e macchie di muffa all’interno del bagno.

E’ molto comune nei bagni lunghi e stretti ristrutturati di recente, chiudere la parte terminale della stanza per ricavarvi un box doccia in corrispondenza della finestra. In questo caso visto che il serramento sarà frequentemente esposto agli schizzi d’acqua provenienti dalla doccia, il pvc risulta la scelta ovvia poiché trattandosi di un materiale plastico è scongiurata la formazione della muffa o del deterioramento del serramento stesso.
Inoltre la scelta di un serramento in pvc, meglio se a taglio termico, migliora sensibilmente isolamento termico del vostro bagno.

L’arredamento bagno deve essere scelto con buon senso ma sempre secondo i gusti personali.
Il legno rimane sempre il re incontrastato della stanza da bagno sia in versione classica che moderna.
Arredare con il legno non significa ottenere ambienti pesanti come erroneamente si tende a pensare, perché il legno è un materiale versatile e gli arredi vengono realizzati anche in chiave moderna.
Chi ama il classico può optare per colorazioni scure come il noce ma chi preferisce la contemporaneità può acquistare mobili in buon legno rivestiti di pannelli colorati.
Non dimentichiamo che le aziende produttrici si prodigano tantissimo per accontentare un folto numero di clienti.
I cataloghi online sono ricchi di proposte classiche o moderne con soluzioni sospese che sembrano quasi fluttuare nell’aria e che si abbinano perfettamente a sanitari particolari o a lavabi ad onda per regalare alla stanza da bagno un aspetto morbido e sensuale che esce fuori dai consueti canoni.

Rivestimenti e sanitari per arredare il bagno

Quando si parla di arredamento bagno non bisogna pensare solo ai mobili ma anche ai rivestimenti e ai sanitari che fanno parte integrante dell’arredo.
Sono quasi d’obbligo le tinte pastello molto tiepide ed il rosa ed il beige sembrano essere tornati di moda.
Per quanto riguarda i rivestimenti i migliori sono il parquet in teak e le piastrelle di tonalità neutra.
L’arredamento bagno al completo avrà un fascino unico ed esclusivo e si vuole una versione più personalizzata, si può optare per finiture spatolate.
La rubinetteria completerà l’opera a patto che si scelga quella che più si aggrada allo stile perché anche se sembra una minuzia di poco conto, anch’essa gioca un ruolo fondamentale nella combinazione degli elementi.
La stanza da bagno finita si apprezzerà per la sua originalità e per i rivestimenti che spesso ricordano sprazzi di natura, soprattutto se sono di pietra o in laminato metallico.
Nulla deve essere lasciato al caso ed ogni elemento dovrà trovare integrazione nell’altro come se si stesse componendo un mosaico a meno che non si voglia seguire una scala cromatica industriale dove prevalgono solo le nuance come il bianco ed il nero.

Tutti possono ottenere un bagno da copertina

Le proposte che i progettisti di arredo bagno mettono in rilievo sono innumerevoli e in pochi passaggi e anche i sottoscala riconvertiti riescono a tramutarsi in piccoli gioielli da sogno.
Gli arredi sono molteplici sia in stile classico che moderno e non ci sono limiti per la fruizione e per la dislocazione.
Anche ambienti piccolissimi possono diventare luoghi di relax di indiscutibile bellezza se arredati con maestria e con materiali e tonalità esatti.
Molte volte la metratura seppur ridotta, diventa un fattore insignificante se si usano configurazioni funzionali e spaziali.
L’arredamento bagno negli anni ha subito una forte evoluzione e ogni posto può diventare un luogo attrezzabile con mobili salvaspazio, docce multifunzione e persino mini saune.

Il bagno, che in epoche passate era grande poco più di un ripostiglio e veniva tenuto ben nascosto, ha oggi assunto un’importanza fondamentale nelle nostre case, perchè è la stanza dove ci possiamo prendere cura di noi stessi e del nostro benessere.
E’ ormai pressochè infinita la scelta di vasche e docce con idromassaggio, cabine multifunzione con sauna o bagno turco tanto che le nostre case possono diventare delle piccole spa dove rigenersi e cancellare le fatiche quotidiane.
E non è assolutamente indispensabile avere delle stanze da bagno immense, le soluzioni anche per piccoli spazi sono numerose, attraenti e di design. Anche la gamma dei prezzi è molto varia ed esistono sicuramente soluzioni alla portata di tutti. E non dimentichiamo che la spesa sostenuta è un investimento che durerà molto a lungo nel tempo, basta scegliere prodotti di buona qualità.
Da dove partire quindi per arredare un bagno? Bisogna innanzi tutto valutare a forma della stanza, per determinare attentamente la scelta dei sanitari e dell’arredamento che valorizzino al massimo lo spazio a disposizione. E poi naturalmente lo stile che vogliamo far assumere al nostro bagno. Moderno o retrò? Chiaro o colorato?
Le attuali tendenze ci spingono verso un arredamento dalle linee semplici e pulite, molto essenziale ma che di contro può essere molto colorato e vivace e sicuramente funzionale. Le principali proposte riguardano sanitari e mobili sospesi che hanno il pregio di facilitare la pulizia del pavimento e donare alla stanza un aspetto più arioso e ordinato.
Possiamo quindi scegliere un lavabo da incasso o da appoggio completato da un mobile contenitore con cassetti o cestoni, del colore che più ci piace, dove troveranno posto gli asciugamani e tutti i flaconi di shampoo, sapone e docciaschiuma. La gamma dell’offerta dei mobili spazia dal bianco ai colori più accessi attraversando l’intero spettro cromatico. Il tutto naturalmente deve essere abbinato alle piastrelle: quadrate o rettangolari, di grandi dimensioni o a mosaico, sono la prima firma che poniamo sulla nostra nuova stanza da bagno. Non può mancare ovviamente, un grande specchio sopra il lavabo: oltre che funzionale rende anche la stanza più grande.
Vasca o doccia? Dipende innanzi tutto dallo spazio. Se amate immergervi in un bagno caldo con tanta schiuma la risposta è scontata. Esistono vasche di varie dimensioni, anche angolari, con o senza idromassaggio, che si adattano facilmente a tutte le tipologie di stanze.
Se invece preferite il getto energico della doccia, beh, la scelta è praticamente illimitata. Esistono cabine doccia molto essenziali per spazi davvero limitati, oppure docce dotate di tutti i comfort, e di svariate forme, in grado di offrire trattamenti molto particolari come l’aroma o la cromoterapia.
E per un tocco di design in più scegliamo, al posto del classico termosifone sotto la finestra, un termoarredo nella tinta più in linea con il resto dell’arredamento. Che avrà la funzione di scaldare anche le salviette oltre che la stanza.

L’arredamento bagno deve colpire, deve consentire di arrecare attenzione nelle persone che lo usano siano essi gli abitanti dell’abitazione che quelli che ne usufruiscono in qualità di ospiti.
Il bagno viene considerato quasi una zona living al contrario degli anni scorsi quando il vano veniva chiuso, quasi come se fosse qualcosa di peccaminoso.
Solo negli anni 90 si è riuscito a dare la giusta importanza al bagno forse quando sono entrati in gioco i bagni turchi, le saune e le docce idromassaggio.
Solo allora si è cominciato a comprendere che la stanza da bagno è una piccola spa che deve essere curata nei minimi particolari per apportare tutta la bellezza possibile, combinandola con la tecnologia che negli anni ha dato un ottimo contributo.
Alcune persone che hanno la fortuna di avere una stanza da bagno ampia, addirittura allestiscono un angolo dove c’è un comò ed una poltroncina dove riequilibrare il corpo stando comodamente seduti dopo la sauna.
Quella medesima postazione viene usata anche per il mak up, per consentire di appropriarsi di uno spazio che spesso viene usato un pò dove capita magari avvalendosi della specchiera dietro la porta o dello specchio nella camera da letto.
Oggi le cose sono mutate e la stanza più intima della casa è un luogo dove coccolarsi tra tecnologia ed arredo dal grande impatto estetico.

Quali materiali scegliere

Non c’è limite di gusto ai materiali per il bagno e si possono scegliere in legno, ferro, acciaio e laminati.
L’importante è fare affidamento su marchi rinomati sul web se gli acquisti si effettuano in modo virtuale, come spesso avviene.
Qualcuno si concede il vezzo dei mobili in vetro avvalendosi di un delicato arredamento bagno fatto di mensole e mobili a giorno in questo particolare materiale, giocando sulle sue trasparenze e sull’illuminazione per creare giochi di luce di grande effetto che entrano in sintonia con le luci, gli aromi ed i colori dell’aromaterapia e della cromoterapia.
Il bagno è tutto questo ed è una vera e propria arte arredarlo con la dovuta perizia focalizzando l’attenzione sui particolari e sui minuziosi dettagli che l’arredo moderno propone.

Sobrietà ed eleganza

Quando si arreda un bagno, la semplicità deve avere la priorità perché se si opta per tanti elementi messi a casaccio e senza rispettare lo spazio, si rischia di ricreare ambienti pesanti e senza stili precisi.
L’arredo bagno deve colpire per i particolari ed anche un solo elemento, se posizionato a regola d’arte, deve catturare l’attenzione e donare il giusto equilibrio tra funzionalità ed estetica.
Il bagno è più elegante se si usano arredi che esaltano la bellezza nel suo contesto.
L’effetto è sorprendente indipendentemente dalla tipologia dei materiali ed elementi scelti con la dovuta cura regalano un’atmosfera calda, elegante ed accogliente.
Le migliori aziende italiane presenti sul web offrono un arredamento bagno che rimarrà inalterato nel tempo perché realizzato con materiali pre-trattati e dagli ottimi standard qualitativi.

Un nuovo bagno da arredare e quale migliore occasione per inserire una nuova cabina doccia? Relax e benessere sono anelati da chiunque e una doccia idromassaggio può farvi vivere momenti davvero piacevoli mentre vi lavate, rilassandovi e ricaricando le pile del vostro corpo. I modelli disponibili sono tantissimi, ognuno di queste ha caratteristiche diverse, che si addicono a una vasta gamma di utenti.

La cabina doccia è presente in diverse forme per potersi adattare meglio a tutte le varie tipologie di bagno che si possono incontrare, e, per lo stesso motivo, le dimensioni disponibili sul mercato sono molto variabili. Le tecnologie disponibili all’interno dipendono essenzialmente dal prezzo che si è disposti a pagare: in nessuna cabina doccia mancheranno getti idromassaggio, solitamente disposti a colonna, mentre gli atri optional sono variabili. Esistono, infatti, docce che hanno al loro interno un pannello per controllare la radio e le abbinate casse per la musica, generatori di profumi per poter eseguire l’aromaterapia, possibilità di produrre ozono, massaggio plantare e luci led che consentono di avviare un programma di cromoterapia. Accessori che sono al contrario indispensabili in una doccia idromassaggio, sono un soffione installato in alto e un miscelatore per regolare la temperatura dell’acqua e il getto. In alcuni casi è possibile installare anche accessori che permettono di effettuare un bagno turco direttamente nella cabina doccia.

Per quanto riguarda i prezzi, si possono trovare soluzioni molto economiche che si aggirano attorno ai 400 euro, fino ad arrivare a docce che raggiungono i 2000 euro e oltre. Quest’ultime sono solitamente molto spaziose e possono ospitare al loro interno più di una persona. Una comodità di queste docce più grandi è proprio la possibilità di avere al loro interno un bagno di vapore o bagno turco: questo trattamento è un vero toccasana per la pelle e per l’organismo e difficilmente si troverebbe un posto alternativo in cui inserirlo in casa. Inoltre, una volta effettuato il bagno, si può direttamente utilizzare la doccia, evitando di uscire dalla struttura sporcando il bagno. Un altro fattore che si rivela a favore delle docce idromassaggio, con rispetto alle vasche idromassaggio, è che le prime sono molto più comode da pulire e sono molto più semplici da utilizzare, a differenza delle vasche che richiedono una mobilità fisica molto maggiore. Inserire, quindi, una doccia idromassaggio all’interno del nuovo bagno può essere davvero uno splendido regalo da farsi. I costi limitati e il poco spazio che richiedono le soluzioni più economiche, può essere un ulteriore incentivo per decidere di installare una cabina doccia: la tua  famiglia potrà usufruirne e vedrete come, dai più grandi ai più piccoli, questo oggetto sarà sfruttato. Un momento di relax davvero unico che puoi vivere in casa tua.