Lo scaldasalviette

Il radiatore scaldasalviette è una parte indispensabile del bagno. Ideale per asciugare gli asciugamani, ma anche per riscaldare il bagno e creare un’atmosfera morbida favorevole al relax, è comunque un accessorio da bagno con varie caratteristiche. Quale radiatore da bagno scegliere? Dovremmo preferire uno scaldasalviette elettrico o no? Quale materiale per radiatori per asciugamani scegliere? Come installare un radiatore da bagno?

I diversi tipi di scaldasalviette

Progettato attorno a una tecnologia specificamente progettata per il bagno, il radiatore scaldasalviette crea le condizioni ideali di benessere per il tuo corpo. Il calore generato dal radiatore scaldasalviette può essere di tre tipi: elettrico con la programmazione e il termostato, miscelato con il collegamento alla caldaia e un relè elettrico, o acqua calda con un collegamento al riscaldamento centrale. Qualunque sia la vostra scelta, il radiatore scaldasalviette si adatta a tutti i bagni. Il portasciugamani elettrico produce calore con inerzia secca o inerzia liquida. Il corpo scaldante è riscaldato da una resistenza elettrica. Meno comune e riservato per le case con una caldaia o riscaldamento centralizzato, l’asciugamano svolge le stesse funzioni del portasciugamani elettrico. Il portasciugamani combinato combina le caratteristiche del portasalviette e del portasciugamani elettrico, con l’aggiunta della resistenza elettrica all’impianto idrico, consentendo al termoarredo di funzionare fuori dalla stagione invernale senza essere dipende dal funzionamento del riscaldamento centrale. È particolarmente economico e pratico perché raddoppia due processi di riscaldamento.

Radiatore per asciugatura asciugamano: quale materiale scegliere?

Esistono diversi tipi di materiali per uno scaldasalviette! L’acciaio è il materiale più utilizzato per i radiatori da bagno. Il calore è diffuso da tubi tondi o piatti. Dal lato del colore, l’acciaio apre una vasta gamma di possibilità da declinare in diverse versioni: cromata, verniciata in bianco, rosso, verde, blu, grigio, ecc. I radiatori scaldasalviette in alluminio hanno il vantaggio di offrire un aumento della temperatura migliore. Particolarmente resistenti, sono disponibili in diversi colori, il più delle volte con tubi piatti, una superficie piana o sgombra. Il radiatore scaldasalviette in acciaio inossidabile è resistente come la sua versione in alluminio. Il suo rapido aumento della temperatura, il suo carattere inossidabile e la sua finitura cromata lo rendono molto spesso uno scaldasalviette particolarmente popolare in bagno.

Stile in piccolo

Anche i bagni piccoli hanno diritto allo stile!Le piccole dimensioni impongono una sfida di ottimizzazione, ergonomia, praticità, combinata con design e decorazione. Nessuna questione nel lasciare queste piccole parti abbandonate, ci sono tanti trucchi per trasformare i tuoi piccoli bagni in veri e propri luoghi di benessere. Bagno, doccia, mobili contenitori, accessori … tutto è possibile in un piccolo bagno!

Ottimizza gli spazi

Prima di iniziare qualsiasi nuovo sviluppo in un piccolo bagno, è essenziale pensare in anticipo all’ottimizzazione dello spazio. Prendi le misure del tuo bagno e immaginalo come una stanza a sé stante, dove la tua creatività può esprimersi per rivelare tutto il potenziale di questo pezzo, per quanto piccolo sia. In un piccolo bagno, puoi facilmente combinare una doccia, un mobile da toeletta e un WC sospeso, o un bagno, con un lavandino, un WC e un armadietto a specchio … Tutte le combinazioni sono possibili!

Scegliere una doccia

Anche i bagni piccoli hanno diritto alla loro doccia! La sua posizione sarà principalmente nella parte inferiore della stanza e userai la parete della doccia come separazione per posizionare la toilette del bagno. Scegli una colonna doccia che si adatta allo spazio che hai riservato per il ricevitore e un soffione relativamente breve. Pensa a mettere in evidenza la tua zona doccia con un rivestimento pulito e di design: piastrelle in cemento a motivi geometrici, della metropolitana, parquet in ceramica nell’applicazione a parete … Porteranno sia personalità che struttura visiva nella tua piccola stanza vasca da bagno.

I Piatti doccia sono una tendenza crescente verso l’alto, e la varietà di modelli e materiali sul mercato continua a crescere.

Oggi ci sono quattro tipi di piatti doccia, ognuno con le proprie caratteristiche e, naturalmente, con i loro pro e contro.

1. Piatti doccia in ceramica

Piatti classici da doccia, di solito sono in ceramica   bianca (anche se sempre più ci sono altre proposte per il colore). Questo tipo di doccia è composto da feldspato, sabbia silicea e argilla. Tra i suoi punti di forza si evidenzia il prezzo, perché di solito è il più economico; al contrario, è molto pesante e costa di più installarlo; Inoltre, sono meno resistenti agli urti .

2. Piatti doccia in resina

La varietà di finiture di questo tipo di doccia è enorme. Questo è un piatto di marmo e resina a quasi il 80% della sua composizione, con una finitura totale antiscivolo con lacca, vernice o gelcoat  . Questa sarebbe la forza più importante,  e dobbiamo aggiungere che la sua superficie è molto sottile e l’installazione è anche molto semplice.

3. piatti doccia in acrilico

La doccia acrilico è all’esterno: la composizione interna è formata da fibre di vetro o poliuretano. Questo rende i piatti doccia in acrilico  ultra resistenti agli urti e quindi ad elevata durata nel tempo. Essi hanno anche un peso molto basso e con una varietà di modelli, la fascia di prezzo che si trova sul mercato è molto ampia.

4. Piatti doccia  in pietra naturale

Indubbiamente, è una delle opzioni più estetiche per una varietà di stili decorativi. Tuttavia,la pietra naturale è più fredda rispetto ad altri materiali. Una delle ragioni più comuni per cui la gente non opta  per questo tipo di doccia è la paura di cadere (si pensi  come scivolosa è la pietra quando piove, per esempio); ma il fatto è che la tecnologia attuale permette di ottenere di non scivolare sulla pietra senza rinunciare all’estetica.

Per il bagno si utilizzano molti capi di biancheria tra cui il classico asciugamano in spugna per il bagno, assorbente e comodo da trasportare e molto morbido.
questo asciugamano è in spugna, di solito, ma anche in cotone a nido d’ape, in lino o in microfibra.
Il bagno oggi viene considerato come una vera stanza e quindi ha un valore più alto e anche una utilità maggiore, e anche la biancheria da bagno deve esserne all’altezza.

Un bell’asciugamano in spugna per il bagno deve quindi anche avere delle caratteristiche particolari adatte per stare in un bagno sia estetiche che di utilità.
Dal punto di vista pratico, un buon asciugamano deve essere molto assorbente e deve potere dare quel comfort e asciugatura ottimale dopo un bagno o dopo che ci si lava il mattino, e se poi si asciuga anche facilmente come gli asciugamani in microfibra tanto meglio.
Dal punto di vista estetico un bell’asciugamano può avere un colore adatto che sia in tinta con il colore delle piastrelle e dei mobili, o che sia anche a contrasto con questi arredi e piastrelle per creare un ambiente più consono e armonioso.

Oltre a questo un Asciugamano in spugna per il bagno offre varie tonalità e fantasie, a colori di due toni, a motivi geometrici, con pois, con immagini stampate, a fiori, o monocromatico con rilievi ricamati, ecc.
Ognuno può scegliere gli asciugamani che corrispondono al proprio gusto personale e allo stile degli arredi del bagno, ad esempio retrò o moderno, minimal o etnico, e a ogni stile corrisponde anche uno stile di asciugamano, dal colore adeguato.
Questi asciugamani si vendono sia nei negozi di tessili specializzati come anche in appositi siti online dove trovare una ampia e vastissima scelta di tali prodotti e altri complementi di arredo per la casa.

I bagni di casa, specie quelli più datati sono tra gli ambienti domestici più difficili da organizzare e rifinire. Spazi angusti e mal organizzati, scarsa luminosità e possibilità di arieggiare, sanitari o mobili troppo ingombranti, sono solo alcuni dei problemi che i proprietari di una casa si trovano a dover fronteggiare quando rinnovano o ristrutturano un bagno.
Insieme all’azienda Gioma srl che si occupa della vendita di serramenti in pvc a Udine vedremo alcuni consigli per scegliere le finestre per il proprio bagno.

finestre-bagnoDa un punto strettamente estetico attualmente in pvc è la scelta prediletta da molti, in quanto essendo un materiale plastico che è possibile plasmare in ogni colore e che riesce a simulare svariate finiture di legno, può adattarsi all’estetica ed all’arredamento di un po’ ogni tipo di bagno. Dopo aver selezionato la finitura o il colore del telaio, è importante selezionare il vetro abbinato, e considerato che ci troviamo in un bagno, l’ambiente che più di ogni altro deve garantire la privacy, la scelta non potrà che non ricadere su un vetro smerigliato o satinato.

Ed ora veniamo alle tipologie di apertura. La tipologia di apertura selezionata è strettamente connessa, nel caso del bagno alla dimensione della finestra stessa e dello spazio stesso che il bagno mette a disposizione. Se la finestra è molto piccola, come accade spesso in bagno molto datati allora si opterà per una semplice apertura a battente. Se la finestra è abbastanza grande ma lo spazio messo a disposizione dal bagno è esiguo allora via libera all’apertura a scorrimento. Se, infine la finestra è abbastanza grande e il bagno non ha dimensioni troppo ridotte, allora si potrà optare per un’apertura mista a battente e ribalta che consenta nei casi in cui abbiamo solo la necessità di arieggiare un po’ gli ambienti, di aprire la finestra in modalità vasistas. La possibilità di arieggiare senza la necessità di spalancare la finestra, risulta particolarmente utile per evitare la formazione di umidità e macchie di muffa all’interno del bagno.

E’ molto comune nei bagni lunghi e stretti ristrutturati di recente, chiudere la parte terminale della stanza per ricavarvi un box doccia in corrispondenza della finestra. In questo caso visto che il serramento sarà frequentemente esposto agli schizzi d’acqua provenienti dalla doccia, il pvc risulta la scelta ovvia poiché trattandosi di un materiale plastico è scongiurata la formazione della muffa o del deterioramento del serramento stesso.
Inoltre la scelta di un serramento in pvc, meglio se a taglio termico, migliora sensibilmente isolamento termico del vostro bagno.

L’arredamento bagno deve essere scelto con buon senso ma sempre secondo i gusti personali.
Il legno rimane sempre il re incontrastato della stanza da bagno sia in versione classica che moderna.
Arredare con il legno non significa ottenere ambienti pesanti come erroneamente si tende a pensare, perché il legno è un materiale versatile e gli arredi vengono realizzati anche in chiave moderna.
Chi ama il classico può optare per colorazioni scure come il noce ma chi preferisce la contemporaneità può acquistare mobili in buon legno rivestiti di pannelli colorati.
Non dimentichiamo che le aziende produttrici si prodigano tantissimo per accontentare un folto numero di clienti.
I cataloghi online sono ricchi di proposte classiche o moderne con soluzioni sospese che sembrano quasi fluttuare nell’aria e che si abbinano perfettamente a sanitari particolari o a lavabi ad onda per regalare alla stanza da bagno un aspetto morbido e sensuale che esce fuori dai consueti canoni.

Rivestimenti e sanitari per arredare il bagno

Quando si parla di arredamento bagno non bisogna pensare solo ai mobili ma anche ai rivestimenti e ai sanitari che fanno parte integrante dell’arredo.
Sono quasi d’obbligo le tinte pastello molto tiepide ed il rosa ed il beige sembrano essere tornati di moda.
Per quanto riguarda i rivestimenti i migliori sono il parquet in teak e le piastrelle di tonalità neutra.
L’arredamento bagno al completo avrà un fascino unico ed esclusivo e si vuole una versione più personalizzata, si può optare per finiture spatolate.
La rubinetteria completerà l’opera a patto che si scelga quella che più si aggrada allo stile perché anche se sembra una minuzia di poco conto, anch’essa gioca un ruolo fondamentale nella combinazione degli elementi.
La stanza da bagno finita si apprezzerà per la sua originalità e per i rivestimenti che spesso ricordano sprazzi di natura, soprattutto se sono di pietra o in laminato metallico.
Nulla deve essere lasciato al caso ed ogni elemento dovrà trovare integrazione nell’altro come se si stesse componendo un mosaico a meno che non si voglia seguire una scala cromatica industriale dove prevalgono solo le nuance come il bianco ed il nero.

Tutti possono ottenere un bagno da copertina

Le proposte che i progettisti di arredo bagno mettono in rilievo sono innumerevoli e in pochi passaggi e anche i sottoscala riconvertiti riescono a tramutarsi in piccoli gioielli da sogno.
Gli arredi sono molteplici sia in stile classico che moderno e non ci sono limiti per la fruizione e per la dislocazione.
Anche ambienti piccolissimi possono diventare luoghi di relax di indiscutibile bellezza se arredati con maestria e con materiali e tonalità esatti.
Molte volte la metratura seppur ridotta, diventa un fattore insignificante se si usano configurazioni funzionali e spaziali.
L’arredamento bagno negli anni ha subito una forte evoluzione e ogni posto può diventare un luogo attrezzabile con mobili salvaspazio, docce multifunzione e persino mini saune.

Il bagno, che in epoche passate era grande poco più di un ripostiglio e veniva tenuto ben nascosto, ha oggi assunto un’importanza fondamentale nelle nostre case, perchè è la stanza dove ci possiamo prendere cura di noi stessi e del nostro benessere.
E’ ormai pressochè infinita la scelta di vasche e docce con idromassaggio, cabine multifunzione con sauna o bagno turco tanto che le nostre case possono diventare delle piccole spa dove rigenersi e cancellare le fatiche quotidiane.
E non è assolutamente indispensabile avere delle stanze da bagno immense, le soluzioni anche per piccoli spazi sono numerose, attraenti e di design. Anche la gamma dei prezzi è molto varia ed esistono sicuramente soluzioni alla portata di tutti. E non dimentichiamo che la spesa sostenuta è un investimento che durerà molto a lungo nel tempo, basta scegliere prodotti di buona qualità.
Da dove partire quindi per arredare un bagno? Bisogna innanzi tutto valutare a forma della stanza, per determinare attentamente la scelta dei sanitari e dell’arredamento che valorizzino al massimo lo spazio a disposizione. E poi naturalmente lo stile che vogliamo far assumere al nostro bagno. Moderno o retrò? Chiaro o colorato?
Le attuali tendenze ci spingono verso un arredamento dalle linee semplici e pulite, molto essenziale ma che di contro può essere molto colorato e vivace e sicuramente funzionale. Le principali proposte riguardano sanitari e mobili sospesi che hanno il pregio di facilitare la pulizia del pavimento e donare alla stanza un aspetto più arioso e ordinato.
Possiamo quindi scegliere un lavabo da incasso o da appoggio completato da un mobile contenitore con cassetti o cestoni, del colore che più ci piace, dove troveranno posto gli asciugamani e tutti i flaconi di shampoo, sapone e docciaschiuma. La gamma dell’offerta dei mobili spazia dal bianco ai colori più accessi attraversando l’intero spettro cromatico. Il tutto naturalmente deve essere abbinato alle piastrelle: quadrate o rettangolari, di grandi dimensioni o a mosaico, sono la prima firma che poniamo sulla nostra nuova stanza da bagno. Non può mancare ovviamente, un grande specchio sopra il lavabo: oltre che funzionale rende anche la stanza più grande.
Vasca o doccia? Dipende innanzi tutto dallo spazio. Se amate immergervi in un bagno caldo con tanta schiuma la risposta è scontata. Esistono vasche di varie dimensioni, anche angolari, con o senza idromassaggio, che si adattano facilmente a tutte le tipologie di stanze.
Se invece preferite il getto energico della doccia, beh, la scelta è praticamente illimitata. Esistono cabine doccia molto essenziali per spazi davvero limitati, oppure docce dotate di tutti i comfort, e di svariate forme, in grado di offrire trattamenti molto particolari come l’aroma o la cromoterapia.
E per un tocco di design in più scegliamo, al posto del classico termosifone sotto la finestra, un termoarredo nella tinta più in linea con il resto dell’arredamento. Che avrà la funzione di scaldare anche le salviette oltre che la stanza.

L’arredamento bagno deve colpire, deve consentire di arrecare attenzione nelle persone che lo usano siano essi gli abitanti dell’abitazione che quelli che ne usufruiscono in qualità di ospiti.
Il bagno viene considerato quasi una zona living al contrario degli anni scorsi quando il vano veniva chiuso, quasi come se fosse qualcosa di peccaminoso.
Solo negli anni 90 si è riuscito a dare la giusta importanza al bagno forse quando sono entrati in gioco i bagni turchi, le saune e le docce idromassaggio.
Solo allora si è cominciato a comprendere che la stanza da bagno è una piccola spa che deve essere curata nei minimi particolari per apportare tutta la bellezza possibile, combinandola con la tecnologia che negli anni ha dato un ottimo contributo.
Alcune persone che hanno la fortuna di avere una stanza da bagno ampia, addirittura allestiscono un angolo dove c’è un comò ed una poltroncina dove riequilibrare il corpo stando comodamente seduti dopo la sauna.
Quella medesima postazione viene usata anche per il mak up, per consentire di appropriarsi di uno spazio che spesso viene usato un pò dove capita magari avvalendosi della specchiera dietro la porta o dello specchio nella camera da letto.
Oggi le cose sono mutate e la stanza più intima della casa è un luogo dove coccolarsi tra tecnologia ed arredo dal grande impatto estetico.

Quali materiali scegliere

Non c’è limite di gusto ai materiali per il bagno e si possono scegliere in legno, ferro, acciaio e laminati.
L’importante è fare affidamento su marchi rinomati sul web se gli acquisti si effettuano in modo virtuale, come spesso avviene.
Qualcuno si concede il vezzo dei mobili in vetro avvalendosi di un delicato arredamento bagno fatto di mensole e mobili a giorno in questo particolare materiale, giocando sulle sue trasparenze e sull’illuminazione per creare giochi di luce di grande effetto che entrano in sintonia con le luci, gli aromi ed i colori dell’aromaterapia e della cromoterapia.
Il bagno è tutto questo ed è una vera e propria arte arredarlo con la dovuta perizia focalizzando l’attenzione sui particolari e sui minuziosi dettagli che l’arredo moderno propone.

Sobrietà ed eleganza

Quando si arreda un bagno, la semplicità deve avere la priorità perché se si opta per tanti elementi messi a casaccio e senza rispettare lo spazio, si rischia di ricreare ambienti pesanti e senza stili precisi.
L’arredo bagno deve colpire per i particolari ed anche un solo elemento, se posizionato a regola d’arte, deve catturare l’attenzione e donare il giusto equilibrio tra funzionalità ed estetica.
Il bagno è più elegante se si usano arredi che esaltano la bellezza nel suo contesto.
L’effetto è sorprendente indipendentemente dalla tipologia dei materiali ed elementi scelti con la dovuta cura regalano un’atmosfera calda, elegante ed accogliente.
Le migliori aziende italiane presenti sul web offrono un arredamento bagno che rimarrà inalterato nel tempo perché realizzato con materiali pre-trattati e dagli ottimi standard qualitativi.

Oggi molta gente decide per arredare la propria casa di scegliere quadri per arredo da mettere nelle varie stanze di casa.
Però tale scelta, non è semplice: infatti si deve evitare di incappare in errori futili con risultato rovinoso.

Per evitare errori bisognerebbe  seguire precise regole di metratura e stilistiche in modo da avere un effetto finale  esteticamente piacevole e elegante .

Una vastissima scelta di quadri da arredo si trova anche online sul sito www.percorsiarte.it un portale e commerce specializzato nella vendita di quadri moderni per arredamento.

Dalla vasta e fornita gallery online si possono scegliere stando comodamente seduti in poltrona dei bei quadri con soggetti astratti o floreali, ideali per ogni stanza della propria casa e che possono anche cambiare nei colori per adattarsi al meglio ai colori dell’arredamento già presenti in casa vostra.

Nei negozi online di quadri contemporanei, si possono ammirare le immagini  e  consultare uper ogni prodotto una dettagliata scheda informativa per cui la  scelta è facilitata  e spesso i  negozi online come www.percorsiarte.it garantiscono  prezzi maggiormente convenienti, rispetto a quelli dei quadri dei negozi fisici,  e  la consegna dei prodotti a domicilio .

Su tale sito si trovano bei quadri per arredo interamente realizzati a mano quindi di pregio, e non prodotti fatti in serie ma unici nel loro genere, che offrono qualità e garanzia di artigianalità.

I quadri moderni sono caratterizzati da fantasie astratte , a temi floreali e astratti; per rendere  armoniosa una stanza,si devono abbinare i colori   con quelli dei mobili e dei tessili già in casa in modo da creare  continuità di forme e  colori nell’ambiente dove vengono posizionati.

La vendita quadri per arredo viene elevata a acquisti di un certo rango, e i costi corrispondono al livello del quadro.

Il bello è che tali quadri sono unici, uno diverso dall’altro  e fatti a mano, e si possono personalizzare nella cornice ,nei colori e nelle dimensioni, per armonizzarsi e integrarsi alla stanza dove andrà posizionato.

Per quanto riguarda www.percorsiarte.it  la vendita di quadri  per arredamento propone una vastissima scelta tra i prodotti  e, inoltre,  garantisce prezzi  bassi, a fronte di un prodotto  in vendita nei negozi fisici, oltre che  pratica consegna a domicilio dei quadri in questione.

Le nuove tendenze in materia di arredamento domestico propongono una concezione innovativa della sala da bagno, non più pensata solo come mera stanza di servizio, piuttosto come spazio destinato alla cura e al benessere della persona che necessita di un’estetica accattivante e uno stile curato nei dettagli. Oggi l’arredobagno è di pari importanza rispetto agli altri ambienti della casa e per questa ragione, va predisposto accuratamente. In questo articolo proponiamo alcuni consigli utili per la scelta dei mobili da bagno.

Come arredare il bagno

L’arredobagno va acquistato seguendo le scelte stilistiche effettuate per il resto della casa, in modo da rendere gli ambienti omogenei tra di loro.

Per prima cosa è necessario tenere in considerazione gli spazi a propria disposizione. Nel caso di un bagno grande, non dovrete preoccuparvi particolarmente delle dimensioni dei prodotti che andrete a comprare che potranno avere forme classiche oppure eccentriche, al contrario un bagno piccolo richiederà maggiore accuratezza nella scelta dell’arredo. In quest’ultimo caso, prediligete sanitari dal design lineare e mobili da bagno compatti e funzionali che non ostruiscano l’ingresso.

L’arredobagno moderno è quello che offre soluzioni migliori, se si ha la sfortuna di avere un bagno piccolo. L’innovazione principale proposta dal bagno moderno consiste ne lavabo con cassettiera integrata che unisce due esigenze fondamentali: la possibilità di usufruire del servizio e il bisogno di avere sempre a disposizione la biancheria da bagno pulita. In alternativa esistono in commercio, oltre al classico con colonna, il lavabo a sospensione che permette di gestire, come meglio si preferisce, lo spazio vuoto al di sotto, e il lavabo d’appoggio da posizionare sulla base che si desidera.

Qualunque sia la vostra preferenza in fatto di mobili da bagno, un oggetto che non può mancare è uno specchio per aiutarvi nell’espletazione delle routine igieniche. Ne esistono di varie forme e misure, con faretti illuminanti e diverse possibilità di ingrandimento.

Per quanto riguarda gli armadietti, sono mobili che non dovrebbero mai mancare in bagno perché consentono di conservare: cosmetici, prodotti per la pulizia del corpo, piccoli elettrodomestici come rasoi e asciugacapelli ed infine eventuali medicine e kit di primo soccorso.

Materiali innovativi e colori

Un tempo si usavano esclusivamente colori pastello per la tinteggiatura delle pareti del bagno o per la scelta delle piastrelle, oggi invece vanno molto di moda scelte cromatiche a tinte forti, come: il verde acido, il rosso amaranto e il blu elettrico. Alcuni richiami di colore possono essere presenti anche nei mobili da bagno.

Un’altra rottura col passato riguarda la varietà di materiali con cui viene prodotto l’arredobagno. La tradizionale porcellana è ormai spesso sostituita con materiali più innovativi e caratteristici come le pietre naturali. Molte delle strutture dei mobili da bagno vengono realizzate con legni pregiati, dalle venature e dalle sfumature di colore naturali. Vasta è anche la scelta delle finiture disponibili, si va dalle classiche lucide oppure opache, fino ad arrivare a quelle a vetro o a specchio.

La scelta dei complementi d’arredo

Gli accessori che possono essere utilizzati per abbellire i mobili da bagno e decorare l’ambiente, sono: eleganti set da mani per lavabo, oggettistica di proprio gusto, ganci appendiabiti dalle forme particolari, ceste portaoggetti colorate e cosi via. Si tratta di piccoli dettagli, capaci di dare un tocco personale all’arredobagno. Rientrano in questa categoria anche alcuni tessili indispensabili come la biancheria da bagno e i tappetini, in grado di richiamare un tema specifico.