lavaboOggigiorno le tipologie di lavabo sono moltissime. In commercio si possono trovare disponibili modelli differenti per soddisfare le esigenze di tutti i consumatori, esigenze che riguardano non solo lo spazio, ma anche i gusti, le abitudini e le comodità.
Un modello classico diffusissimo in passato, che però oggi sta perdendo un po’ quota, è il lavabo su colonna. Come si può intuire dal nome stesso, si tratta di un lavabo che poggia su una colonna, una struttura che tocca il pavimento.
Una variante simile, è il lavabo su semi-colonna. In questo modello la struttura non viene fissata al pavimento, è sospesa e fissata al muro. Generalmente la struttura viene realizzata per nascondere le tubature.
Sempre più diffuso in questi ultimi anni è il lavabo sospeso. Si tratta di un lavandino fissato al muro, senza colonna o struttura sottostante.
Questo modello risulta essere utile in molte situazioni. È ideale quando lo spazio disponibile non è molto, viene infatti installato quasi sempre in bagni di piccole dimensioni.
Risulta inoltre essere una soluzione indispensabile per tutti coloro che si trovano sulla sedia a rotelle. In questo modo la carrozzina riesce a collocarsi bene sotto il lavabo, senza avere l’intralcio di strutture che ostacolano o non rendono agevole la posizione per usufruire del lavandino.
Inoltre i lavabo per anziani, disabili e persone in carrozzina, generalmente presentano delle forme ampie e sagomate, per ridurre la fuoriuscita dell’acqua, ed evitare che la persona rischi di scivolare.
Se non vi sono particolari esigenze, lo spazio libero sottostante il lavabo può essere utilizzato per collocare comodi ed utili mobiletti porta oggetti.
A seconda dello spazio a disposizione si possono scegliere differenti dimensioni di mobiletti, per riporre con cura ed ordine tutti gli oggetti necessari per la cura personale e la pulizia.
Inoltre sempre a seconda dello spazio a disposizione, si possono scegliere diverse tipologie di lavabo: si può scegliere la forma quadrata, rettangolare, ovale, angolare.
Generalmente i lavandini sono realizzati in ceramica, ma si possono trovare anche materiali differenti come legno, vetro, acciaio, pietra.
I lavabo su colonna, semi-colonna e sospesi si caratterizzano per essere modelli semplici, generalmente piccoli, con poco spazio per collocare portasapone, porta spazzolini e altri piccoli oggetti utili per la pulizia quotidiana.
Per questo motivo, chi dispone di uno spazio più grande in bagno o vuole avere una maggior superficie di appoggio per riporre oggetti vari, può optare per i lavabo ad incasso.
Si tratta di particolari lavelli che vengono inseriti in un mobile: a seconda del modo in cui vengono incastrati si parla di versione sovrapiano o sottopiano. Nel primo caso il lavandino viene inserito nel mobile e presenta i profili sporgenti, nel secondo caso caso invece viene inserito allo stesso livello , allo stesso piano del mobile e non presenta bordi che sovrastano.
Lo svantaggio che presenta la versione sovrapiano è che lo sporco si incastra nei punti di congiunzione tra mobile e lavandino, e talvolta si fa fatica a rimuovere queste impurità.
Un modello simile al lavabo ad incasso, è quello chiamato a semi incasso. In questo caso, il lavello non viene racchiuso tutto nel mobile, una parte resta fuori, sporge.